« vai al numero in edicola »

Rivista99_Antonio Cifroni a Cenate Sotto

Interventi nella bassa Val Cavallina intorno al 1691
Nei primi anni Novanta del XVII secolo Antonio Cifrondi (Clusone, 1656 - Brescia, 1730) e la sua pittura sono presenti in maniera più o meno diretta sul territorio dei paesi di Trescore, Cenate San Martino e Cenate San Leone. Un primo intervento risale agli inizi dell’ultimo decennio del Seicento: nel 1691 il pittore clusonese firmò gli affreschi della sala del Prevosto della casa parrocchiale di Trescore Balneario, che comprendono la grandiosa Caduta di Simon Mago, un affresco collocato sulla volta della sala raffigurante dei personaggi in pose talvolta contorte e fortemente scorciate che sembrano sprofondare fra i frammenti architettonici del tempio, mentre Simon Mago sta per schiantarsi a terra, quasi fosse stato rigurgitato dalle nuvole scure del cielo. Negli stessi mesi della Caduta di Simon Mago si collocherebbe la realizzazione della pala d’altare per la chiesa dei Filisetti di Cenate Sotto e la tela con l’Angelo con tromba e flagello, forse eseguita per la vecchia chiesa di San Martino, e oggi entrambe custodite nel museo parrocchiale allestito nella sagrestia della parrocchiale di Cenate Sotto. [...]

L’Immacolata Concezione dei Filisetti
Nell’inventario del 1881 si riporta che sopra l’altare maggiore della chiesa dell’Immacolata Concezione al Felisetto nei Brugaletti era conservato un grande quadro rappresentante l’Immacolata Concezione, riferito come di qualità scadente. La scarsa considerazione di cui godette, allora, questa Immacolata Concezione fra santi sembra essere stata ribadita recentemente nel volume “Gli edifici sacri di Cenate Sotto”8, dove il dipinto viene relegato nell’anonimato di un ignoto del XVIII secolo. In realtà questa pala è tutt’altro che di scarsa qualità o di poco interesse, trattandosi di una delle prime testimonianze della carriera di Cifrondi. [...]