« vai al numero in edicola »

Rivista 112_Bergamo 900. I fatti_L'esperienza della deportazione femminile

Bergamo 900 - I FATTI
UNA VOCE 'ALTRA': L'ESPERIENZA DELLA DEPORTAZIONE FEMMINILE
Dal maggio del 1944 all’aprile del 1945 Betty Ambiveri, figura di rilievo della rete antifascista cattolica bergamasca, è stata detenuta nel carcere duro di Aichach in Germania. Il taccuino esposto in Bergamo 900 ripercorre le vicende della sua deportazione, in una fonte apparentemente leggera e privata, ma che al contempo fornisce dettagli sulla vita quotidiana in una situazione estremamente drammatica e mostra quanto l’ironia e la solidarietà possano essere strumenti efficaci per la propria salvaguardia. In questo senso le testimonianze dell’esperienza di deportazione femminile rappresentano una voce ‘altra’ della tragedia della seconda guerra mondiale: mettono spesso in rilievo gli aspetti relazionali e i dettagli legati alla vita quotidiana, in una narrazione di sé che mostra molto di quanto il Novecento sia stato il secolo delle guerre mondiali, ma anche quello in cui le donne prendono voce. [...] (Lia Corna)