« vai al numero in edicola »

Rivista 112_Bergamo 900. La vita_Un secolo di elezioni a Bergamo e nella Bergamasca

Bergamo 900 - LA VITA
LA PARABOLA DELL'EGEMONIA BIANCA. UN SECOLO DI ELEZIONI A BERGAMO E NELLA BERGAMASCA
Il Novecento è il secolo in cui l’identità religiosa di Ber­gamo città e provincia “bianca” si consacra come essenziale fattore di consenso sul terreno della rappresentanza elettorale e politica. È una storia di politicizzazione che comincia dalla fine di quella tardo-ottocentesca dell’“opposizione cattolica” allo Stato risorgimentale, del­la quale lo stesso movimento cattolico bergamasco era stato protagonista. Il suo patrimonio di socialità religiosa divenne dai primi del Novecento la base di una subcultura territoriale integrata dal tessuto connettivo delle parrocchie, che non tardarono a estendere in campo politico la loro indiscussa autorità sociale, garante del paternalismo comunitario dominante nel mondo contadino. Su questo ordine gerarchico-cultuale, che faceva della Chiesa il baricentro della società locale, si fondò nella realtà orobica la compenetrazione fra vita religiosa e consenso politico. Il voto dei suoi elettori avrebbe costituito, come quello di ogni area subculturale, l’esito di un’appartenenza ambientale piuttosto che una scelta individuale o un impegno derivante da lealtà direttamente politiche. [...] (Federico Mazzei)