« vai al numero in edicola »

Rivista 106_Venti / Stazioni. 20 artisti per Nembro

Il progetto espositivo Venti /Stazioni, promosso dal Comune di Nembro in coincidenza con la prima giornata nazionale dedicata alla memoria delle vittime del Covid, ha inteso consegnare alla comunità di Nembro una testimonianza visiva, presenza simbolica di immagini ereditate da questo sconvolgente 2020. Attraverso il racconto di VENTI /STAZIONI, opera di altrettanti artisti, la mostra si è snodata negli spazi della Biblioteca Centro Cultura di Nembro dando forma a un evento inedito rispetto alle tante mostre collettive che tradizionalmente vengono proposte in diverse e prestigiose sedi espositive. Non è stato assegnato un tema agli artisti invitati, non una traccia, è stato consegnato loro un lenzuolo messo a disposizione dal fornitore degli ospedali del territorio orobico. Su questo insolito supporto ogni artista ha realizzato la propria opera dando così origine alla rassegna che ha visto dialogare voci diverse in un’intensa e originale pluralità di linguaggi. La mostra, aperta per tutto il mese di maggio, è coincisa con la parziale ma importante apertura di spazi e progetti culturali da tempo esclusi dalla vita del nostro Paese.
«L’iniziativa – ha scritto Fernando Noris, curatore della mostra nel saggio introduttivo al catalogo – non intende porsi come cronaca artistica, o come celebrazione postuma, o come esibizione di facile retorica. Vuole proporre uno sguardo-oltre, come appunto l’arte usa spesso fare, in grado di orientare presente e futuro, alla luce della infinita ATTESA passata che ci è toccato vivere. Attraverso il racconto di VENTI / STAZIONI, ricreate da opere di altrettanti artisti, si potrà ricostruire qualcosa della sospesa condizione di chi ha vissuto, e vive, la situazione di attendere altro, mentre pur si trova impegnato a cercare di dare senso a un ineludibile presente». [...]